Normativa per la professione

Un vademecum del CNG focalizzato sulle misure contenute nei diversi provvedimenti legislativi, sia in vigore che in itinere, che riguardano direttamente la professione 

VADEMECUM

(Comunicato stampa CNG) Negli ultimi mesi – complice il pressing del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, in autonomia e assieme alla Rete delle Professioni Tecniche – i temi del lavoro e della libera professione hanno trovato spazio nell'agenda politico-istituzionale: da pochi mesi sono legge i DDL Jobs act autonomi e Concorrenza.

Si tratta di provvedimenti che, oltre ad introdurre maggiori tutele contrattuali, contribuiscono a modificare, in parte, il modus operandi dei liberi professionisti. Il Jobs act autonomi, in particolare, prevede una più ampia applicazione del principio di sussidiarietà, delegando alle professioni organizzate in Ordini o Collegi funzioni che sono oggi in capo alla Pubblica Amministrazione, con l’obiettivo di semplificarne e velocizzarne l’operato.

La legge annuale per il mercato e la concorrenza insiste, invece, sul principio di trasparenza delle informazioni nei confronti dell’utenza, prevedendo la comunicazione in forma scritta o digitale del compenso e del preventivo di massima per le prestazioni professionali, unitamente alla comunicazione obbligatoria di titoli e specializzazioni. Tra le altre misure, la decadenza (per effetto dei commi 172 e 173) di quanto previsto dalla modifica al Testo Unico introdotta dallo “Sblocca Italia” (articolo 17, comma 1, lettera c, punto 3) la quale prevedeva che la comunicazione di inizio lavori, integrata con quella di fine lavori, fosse tempestivamente inoltrata dal Comune all’Agenzia delle Entrate e resa valida anche ai fini delle variazioni catastali previste dalla legge.

In ultimo, un accenno alle proposte di legge sull’equo compenso all’esame delle commissioni parlamentari di Camera e Senato: tanto quella a firma del Senatore Maurizio Sacconi, quanto quella a firma dell’Onorevole Giuseppe Berretta, insistono sulla necessità di approvare una legge che regoli il pagamento delle prestazioni mediante l’utilizzo di parametri adeguati alla quantità e alla qualità del lavoro svolto. Il DDL a firma Sacconi, in particolare, va verso l’individuazione delle regole nell’ambito delle professioni ordinistiche.

Per consentire a ciascun iscritto di trarre il massimo beneficio dalla conoscenza approfondita delle misure contenute nei vari provvedimenti legislativi – siano essi in vigore o in itinere – abbiamo elaborato ciò che segue: un vademecum focalizzato sulle misure che riguardano direttamente il nostro agire professionale, nei confronti di interlocutori pubblici e privati.

Il VADEMECUM è strutturato in due sezioni:

1. la prima fa riferimento alle leggi – già in vigore - Jobs act autonomi (L. 22/5/2017 n. 81) e Concorrenza (L. 4/8/2017 n. 124);

2. la seconda fa riferimento al DDL Sacconi sull’Equo compenso, attualmente in discussione.

 In ciascuna sezione sono indicati gli articoli di legge di interesse prevalente e, in allegato, la versione integrale dei documenti.



Questo sito utilizza i cookies per rendere possibile il corretto funzionamento del sito web. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookies.