Piano Casa Regione Veneto

Piano casa Veneto: completato l'iter nelle Commissioni, ora passa al Consiglio. Il nuovo testo sostituirà Il Piano Casa 2009 

 PDL n.402

Regione Veneto Comunicato stampa N° 390 del 14/03/2019

 (AVN) Venezia, 14 marzo 2019
 
“Abbiamo raggiunto oggi una nuova tappa di un percorso importante, che ha come meta l’introduzione di nuove misure, destinate a riqualificare non solo il territorio ed il paesaggio veneto ma, grazie a crediti rinaturalizzazione del suolo, a procedere verso un miglioramento del territorio”. 
Così l’assessore alla Cultura ed al Territorio della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, commenta la conclusione dell’iter presso le Commissioni consiliari del Piano Casa, il Progetto di Legge n. 402 della Giunta Regionale su “Politiche per la riqualificazione urbana e l’incentivazione alla rinaturalizzazione del territorio veneto”. 
“Compiuto definitivamente l’iter nelle commissioni – aggiunge l’Assessore – ora il testo andrà all’esame del Consiglio. È stato svolto un lavoro veramente importante, con un confronto approfondito ed una condivisione allargata che ha coinvolto tutti i soggetti interessati, enti locali ed associazioni. Per questo lavoro, desidero ringraziare tutti i membri delle commissioni ed in particolare il presidente della seconda Francesco Calzavara per l’impegno assicurato verso un percorso legislativo mirato al riordino ed al rispetto del territorio quindi a portare benefici a tutto il Veneto”.
Come si legge nell’introduzione del ddl, la proposta introduce nuove misure finalizzate alla rinaturalizzazione del territorio veneto e al miglioramento della qualità della vita all'interno delle città.Per la riqualificazione degli edifici esistenti sono previste una serie di misure, tra cui la messa a regime del Piano Casa. Previsti crediti edilizi da rinaturalizzazione, che contribuiranno al riordino urbano mediante la demolizione di opere incongrue ed elementi di degrado.Sarà incentivato l’efficientamento energetico degli edifici e la messa in sicurezza di quelli situati in aree dichiarate a pericolosità idraulica o idrogeologica.
 


Questo sito utilizza i cookies per rendere possibile il corretto funzionamento del sito web. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookies.