Valutazione Impatto Ambientale

 Dal 21 luglio è entrata in vigore introdotta con il D. lgs 104/2017, tra le novità il dibattito pubblico, valutazioni preliminare, e possibilità di procedimento unico

Codice Ambiente aggiornato con il d.lgs. 104/2017

Testo Decreto legislativo del 16 giugno 2017 n. 104 

 Il decreto legislativo del 16 giugno 2017 recepisce la direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e introduce la possibilità di richiedere un provvedimento unico ambientale per i progetti di competenza statale. Entrata in vigore  21 luglio 2017.
La nuova VIA porta procedure più semplici e regole uniformi su tutto il territorio, innalzando allo stesso tempo il grado di tutela ambientale. Fino a ieri una VIA si concludeva in circa 3 anni, una verifica di assoggettabilità poteva durare 11 mesi e mezzo”: il Decreto permette all’Italia di dotarsi di un sistema più agile e partecipato. Per la conclusione di tutti i procedimenti di valutazione ambientale sono previsti termini perentori che, se non rispettati, comportano conseguenze precise: la possibilità di operare in regime di sostituzione amministrativa e profili di responsabilità.

  Le novità principali sono:

  • tempi rapidi e perentori per la procedura di VIA,
  • accorpamento di tutti i pareri ambientali in un “provvedimento unico” (per la Via regionale è obbligatorio),
  • allargamento delle opere soggette a Via statale,
  • nuova procedura anticipata sul progetto di fattibilità

 



Questo sito utilizza i cookies per rendere possibile il corretto funzionamento del sito web. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookies.